• Distanza: 5.3 km
  • Raggiungibile in: 10 minuti d’auto; 12 minuti con l’autobus (ogni 20 minuti)
  • Guarda il video: fotogallery di Bardolino

Bardolino si conferma ogni anno come una delle principali mete turistiche del Lago di Garda. La sua assoluta vicinanza a Lazise ti consente di raggiungerla comodamente in una decina di minuti.

Una volta arrivato, ti troverai immerso nel solito paesaggio fantastico che hai trovato a Lazise: l’enormità del lago davanti; dolci e verdeggianti colli dietro. Nel mezzo ecco il nucleo di Bardolino, con la sua grande storia, le sue antiche mura, le sue chiese, le ville, gli stretti vicoli, il porticciolo.

Il nucleo abitativo centrale conserva la caratteristica forma “a pettine” o a “lisca di pesce”, tipica dei borghi medievali di pescatori: partendo dalla spiaggia, le abitazioni venivano edificate una dietro l’altra, in questo modo gli abitanti erano agevolati nel trasportare le proprie imbarcazioni sotto le loro case.
Del periodo medievale sono conservati i resti del Castello: la torre sul lungolago e le due porte d’accesso, ormai integrate fra le abitazioni del centro storico.
In mezzo alle antiche abitazione si aprono ottimi locali eno-gastronomici, trattorie e gelaterie, con interessanti occasioni per lo shopping di qualità.

Bardolino offre ottime opportunità per giornate in spiaggia e all’insegna degli sport acquatici, mentre i più giovani e gli amanti della vita notturna hanno a disposizione numerosi pub e discoteche.

La Chiesa di San Zeno

L’Abbazia di San Zeno racchiude buona parte del patrimonio storico e artistico di Bardolino. Risale alla seconda metà del Nono secolo ed è ritenuta uno dei maggiori esempi di chiesa carolingia in Italia, con porzioni di affreschi e architettura originali.
Fu una delle fortunate chiese della zona a superare intatta il terremoto del 1117.

La Chiesa di San Severo

Perfetto esempio di architettura romanica. Già citata dal re Berengario nel 983, è stata ristrutturata tra i secoli XI e XII. Racchiude una cripta dell’alto medioevo e affreschi dei secoli XII, XIII e XIV.